News

Curiosità dal mondo

16 Agosto 2019

Oggi parliamo di...PARCO TSAVO

Fondato nel 1948, il parco Nazionale Tsavo si estende a est di Nairobi per oltre 23.000 kmq. E il più grande parco del Kenya: da solo rappresenta il 30% delle aree protette del paese.
In origine, l'area nasce come un unico grande parco, suddiviso poi in Tsavo Ovest e Tsavo Est con la costruzione della ferrovia.
Il parco Tsavo Est ha una superficie di 11747 kmq e si trova a circa 333 km a sud-est di Nairobi e 173 km a nord-est di Mombasa. La sua relativa vicinanza alle coste turistiche di Mombasa e Malindi rende possibile organizzare dei mini safari di una notte per vivere l’esperienza indimenticabile della savana keniota.
Lo Tsavo Ovest ricopre un’area di circa 7065 kmq e si trova a occidente della strada Mombasa-Nairobi e della linea ferroviaria che separa i due parchi.
Lo Tsavo Est è costituito in gran parte da savana. La maggior parte della sua superficie è aperta al pubblico, mentre la restante è dedicata alla ricerca. Il Parco è percorso dal fiume Galana che con l’altopiano Yatta costituiscono le principali attrazioni di quest’area protetta. Lungo il corso del fiume si possono ammirare le Luguard Falls, una serie di rapide, dimora di coccodrilli giganti. Laltopiano Yatta è costituito dalla più lunga distesa di lava del mondo, con circa 290 km di lunghezza e 10 km in larghezza.
Visitando lo Tsavo Est è facile trovare diverse piscine naturali e dighe come quelle di Aruba, usate come pozze d’acqua dagli animali.

La storia del parco è affascinante e terrificante allo stesso tempo: quando gli inglesi, nel 1898,  iniziarono i lavori per la costruzione del ponte della ferrovia sopra il fiume Tsavo, due  leoni privi di criniera, durante la notte,  attaccarono  l’accampamento e gli operai che dormivano, uccidendone 35. Il  Colonnello  John  Patterson, sparò ai leoni che oggi imbalsamati si trovano al Museo di Chicago. Questa storia è diventata famosa grazie al film “Spiriti nelle Tenebre”, con Michael Douglas.

Lo Tsavo Ovest presenta una maggiore varietà di ambienti e di ecosistemi. Ci sono vaste savane di terra rossa, colline alberate, foreste di baobab, foreste fluviali, oasi, boschi di acacie, boschetti di palme, molti fiumi  e Lago Jipe.
Il Parco ospita la più grande popolazione di elefanti bacca rossa e i “Big Five”(leoni, elefanti, leopardi, bufali, rinoceronti)

Sul lato più a ovest, poco lontano dal paesino di Kimana, si estende il paesaggio delle Chyulu Hills, le famose “Verdi colline d’Africa” descritte da Ernest Hemingway. Si tratta di una catena montuosa d’origine vulcanica che consiste in diverse centinaia di piccoli coni e colate laviche. La parte inferiore delle colline è ricoperta di  praterie e boscaglia, mentre la parte sopra i 1800 mt è dominata da foresta.
La presenza degli animali è abbondante in tutto il parco Tsavo, durante tutto l’anno: gazzelle, impala, rinoceronti, zebre, leoni, leopardi, babbuini, bufali, zebre, giraffe, elefanti, leoni. Si contano più  di  600 specie di uccelli e 60 specie di mammiferi.
I periodi migliori per visitare questa zona vanno da luglio a novembre e da gennaio a marzo.

 

FUORI ROTTA

Viaggi targati L'Officina dei Viaggi fuori dalle mete classiche