News

Curiosità dal mondo

09 Gennaio 2019

Oggi parliamo di...FIJI

Bula! E il saluto che riecheggia nelle lontanissime e bellissime Isole Fiji.
 

L’Arcipelago, a cavallo dell’Equatore, tra Australia e Polinesia, è composto da 322 isole montagnose di origine vulcanica, di cui solo 105 abitate. .

L’isola principale è Vitu Levi. Qui troviamo Nadi e il suo aeroporto internazionale e la capitale Suva.
Suva ospita più della metà della popolazione delle isole ed è un centro ricco di vita: durante il giorno ci si può perdere tra le bancarelle del mercato comunale o esplorare il Museo delle Fiji, uno dei numerosi siti storici e culturali della città, la sera potete sorseggiare un drink in uno dei tanti locali oppure passeggiare tra le strade delle movida.
Fondata nel 1849 e capitale delle Fiji dal 1882, molti dei suoi edifici appartengono all’era coloniale, mentre altri sono più moderni.
Tappa obbligatoria a Vitu Levi è sicuramente il  Sigatoka Dunes National Park, 650 ettari alla foce del fiume Sigatoka, dichiarati zona protetta nel 1989, dove oltre a salvaguardare specie animali e vegetali uniche, vengono anche protetti alcuni siti archeologici risalenti a oltre 3000 anni fa. Il fiume Sigatoka è uno dei corsi d’acqua più importanti dell’Arcipelago, nasce dal Monte Tomanivi, scorre per circa 120 km per gettarsi  nell’oceano nei pressi delle dune di sabbia.
Secondo gli studi degli archeologi in questa zona si insediò l’etnia Lapita, la prima popolazione che raggiunse l’arcipelago dal mare.
Un’ altra escursione da non perdere è quella in barca attraverso le foreste di mangrovie che si trovano  lungo la selvaggia costa di Viti Levu .
Vale la pena dedicare una giornata alla scoperta del Monte Batilamu noto  anche come il gigante addormentato. La salita si snoda attraverso il Koroyanitu National Heritage Park, passando per piccoli villaggi, pozze d’acqua e vette con strapiombi che sconsiliamo a chi soffre di vertigini.
Nella parte sud dell’isola si trova  la cosiddetta Coral Coast, la prima area turistica delle Fiji: circa 80 km di costa, un susseguirsi di spiagge bianche, baie riparate, palme e un mare cristallino
A conclusione di una giornata ricca di emozioni ci si può rilassare con un  bagno di fango nelle terme di Nadi nella valle di Sabeto.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lasciata Vitu Levi, le principali aree turistiche delle Fiji sono:

 

Vanua Levu - la seconda isola delle Fiji per grandezza, molto simile alla sorella maggiore Vitu Levi. La parte meridionale è caratterizzata da foreste e piantagioni di palme sormontata da vallate e montagne. La parte settentrionale è più secca coperta da piantagioni di canna da zucchero. La capitale, Labasa, è una piccola cittadina, circondata da campi di canna da zucchero mentre il porto principale, Savusavu, è un piccolo villaggio da dove parte l'Hibiscus Road che costeggia il mare fra alte palme, lagune, resort e piccoli villaggi.

 

Isole Mamanuca – 20 isole caratterizzate da sabbia bianca, acqua cristallina e una ricca barriere corallina a poca distanza dalla riva che le protegge dal mare agitato. Le isole si trovano all’interno della barriera di Malolo e questo fa sì che il mare sia sempre tranquillo. A Mamanuca si trova l’isola di Castway dove è stao girato il film con Tom Hanks

 

isole Yasawa – 20 isole di origine vulcanica che si trovano a nord ovest di Viti Levu. Un paradiso fatto di sabbia bianca, mare cristallino. foreste pluviali, vulcani, lagune che emergono nel mare di Blight (dal nome del capitano di vascello, William Blight, reso celebre dall’ammutinamento del Bounty): probabilmente le più belle isole tropicali del pianeta L’Isola più grande è Waya, famosa per le sue baie immacolate.
Tutti noi abbiamo negli occhi le bellezze di Turtle Island perché è stata il set del film “Laguna Blu” con Brooke Shield.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Northern Fiji – Vanua Levu (Big Island) e Tavenuni (Garden Island) sono famose per la loro tranquillità. Vanua Levu è la seconda isola più grande delle Fiji ed è un famoso centro per la coltivazione delle perle. Tavenuni è la terza  isola più grande ed è famosa in tutto il mondo per la sua barriera corallina lunga 31 chilometri. L’isola è un paradiso per gli amanti dell’ecoturismo grazie ai suoi spettacolari itinerari per fare trekking  come il percorso Lavena Coastal Walk e quello molto impegnativo che porta fino al lago  Tagimaucia.
Taveuni è famosa anche per è’ famosa anche per la cosiddetta International Date Line: una linea immaginaria a 180° di longitudine che, oltrepassata, fa sì che la data cambi.

 

 

Il clima alle Fiji è tropicale. In estate , da novembre ad aprile, le temperature hanno una media di 31 gradi, mentre in inverno, da aprile a novembre, la temperatura media si aggira attorno ai 28 gradi.
L’arcipelago subisce solo occasionalmente la sferzata dei cicloni e questi si verificano durante la stagione estiva.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Raggiungere le Fiji non è semplice ed è anche piuttosto costoso. Dall’Italia bisogna volare via Los Angeles o Australia da dove partono voli diretti per Nadi. Dopo un lungo viaggio e 32 ore di volo siete in Paradiso.

 

Natura...mare... ospitalità rendono le Fiji una delle mete ideali per isolarsi dal mondo e immergersi nella pace.


 

 

FUORI ROTTA

Viaggi targati L'Officina dei Viaggi fuori dalle mete classiche